EGG NOG

E’ forse una delle bevande più antiche che conosciamo, certamente nel corso dei secoli ha subito diverse modifiche, ma affonda le sue radici nel medioevo, in Gran Bretagna, dove i monaci erano noti per bere una “pozione” di uova e fichi; inoltre Uova, latte e sherry erano i cibi del benessere e spesso si utilizzavano durante i banchetti per augurare salute e prosperità.

L’eggnog come lo conosciamo oggi è costituito da brandy o cognac, rum, latte, uova, acqua e spezie, tra cui le due imprescindibili sono cannella e noce moscata. E’ legato alle tradizioni natalizie inglesi ed americane, lo troviamo anche in scozia col nome di “Auld man’s milk”, e divenne il simbolo dell’avvento del Natale; poteva essere bevuto sia freddo sia caldo, era un grande ricostituente, aveva ottimi valori nutrizionali e veniva usato per combattere i malesseri di stagione e come decongestionante, quest’ultima caratteristica valse all’eggnog un “posto fisso” nelle diete dei malati di tubercolosi.

L’eggnog oggi più conosciuto come drink è il BRANDY EGGNOG e si costruisce come segue:

45 ml | 1 ½ oz di brandy o cognac v.s.o.p.

15 ml |½ oz di sciroppo di zucchero

1 tuorlo d’uovo

22 ml |¾ oz panna fresca 

Il tutto viene shakerato molto energicamente affinchè uovo e panna creino la giusta “texture”, si procede con un double strain e si versa in una flute o coupette, la guarnizione sarà fatta con noce moscata grattugiata e uno stecco di cannella.