TIKI

Quando si parla di tiki cocktail o tiki drink, non possono non venire in mente le popolarissime mug raffiguranti diversi tiki idol ispirati alle divinità polineasiane. Profumi, colori e sapori esotici si mescolano nei tiki cocktail con una tecnica precisa che trova le sue radici nell’altrettanto noto daiquiri. Nati in America negli anni ’30, i tiki drink sono cocktail realizzati con una precisione quasi maniacale poiché il loro equilibrio deve essere perfetto per esaltare i distillati con spezie e frutta fresca.

Inventati dal texano Ernest Raymond Beamont Gantt classe 1907, in arte Don the Beachcomber qui, i tiki cocktail sono frutto di della sua passione per i viaggi e del suo trasferimento in California quando era poco più che un ragazzo. Sopravvissuto alla seconda guerra mondiale, durante il proibizionismo diventò contrabbandiere di whisky. Ma passato questo periodo molto importante per il mondo della mixology mondiale, Don the Beachcomber aprì un suo locale a tema polineasiano in cui preparava tiki drink a base di succhi di frutta, miele e affini miscelati in modo esemplare per raggiungere l’unico obiettivo di sottolineare e mettere in risalto tutte le caratteristiche dei distillati.

I tiki cocktail di Don the Beachcomber erano inizialmente serviti in classici bicchieri di vetro, ma con il tempo si arrivò al servizio nelle famose tiki mug ancora oggi usate per questo genere di drink. I tiki cocktail che conosciamo oggi sono a base di frutta fresca frullata che difficilmente lascia spazio alle sfumature degli alcolici utilizzati, non resta quindi molto della tradizione di Don the Beachcomber che lavorava la materia prima con estrema precisione per ottenere succhi ed estratti che garantivano un perfetto equilibrio nella miscelazione.
Tuttavia, anche se i tiki drink moderni non assomigliano a quelli realizzati dal loro ideatore, esistono tiki cocktail che ancora oggi continuano ad appassionare il popolo del bancone.

Ecco quelli più famosi.

Mai Tai, tiki drink

  • 40 ml | 1 1/3 oz Rum bianco

  • 20 ml | 2/3 oz Rum scuro

  • 15 ml | 1/2 oz Orange Curaçao
  • 
15 ml | 1/2 oz Sciroppo di orzata

  • 10 ml | 1/3 oz Succo di lime fresco

Shakerate e versate nel bicchiere highball. Guarnite con una fetta d’ananas, foglie di menta e scorza di lime.

Tiki cocktail Zombie

  • 45 ml | 1 1/2 oz Rum scuro Giamaicano

  • 30 ml | 1 oz Rum overproof della Guyana Britannica

  • 20 ml| 2/3 oz succo di lime fresco
  • 
15 ml | 1/2 oz Falernum
 qui
  • 15 ml | 1/2 oz Donn’s Mix syrup qui
  • 
1 cucchiaino di sciroppo di granatina
  • 
1 dash Angostura bitter
  • 
6 gocce Anice Pernod

  • 170 gr ghiaccio tritato

Mettete gli ingredienti in un frullatore per 5 secondi. Versate il tutto in un bicchiere alto e aggiungete il ghiaccio. Guarnite con qualche fogliolina di menta fresca.

Hurricane tiki

  • 120 ml | 4 oz Rum Giamaicano invecchiato

  • 60 ml | 2 oz di succo di limone
  • 
60 ml | 2 oz sciroppo frutto della passione

Shakerate e versate senza filtrare, a piacere aggiungete il ghiaccio e guarnite con una fetta di arancia.

Scorpion Tiki drink

  • 45 ml | 1 1/2 oz Rum bianco

  • 22,5 ml | 3/4 oz Cognac
  • 60 ml | 2 oz spremuta di arancia

  • 30 ml | 1 oz spremuta di lime
  • 
15 ml | 1/2 oz sciroppo di orzata

Unite tutti gli ingredienti nel bicchiere, la consistenza dovrà essere cremosa come la Piña Colada.