TWIST

Twist è il termine tecnico per indicare una modifica ad un cocktail. Esistono 3 modi per twistare un cocktail:

  • Twist Verticale: consiste nell’aggiungere, ad una ricetta già stabilita, un ingrediente che non rientra in nessuna delle tipologie degli ingredienti contenuti. Es.: Improved Whiskey Cocktail (whiskey, acqua, zucchero, Maraschino, Bitters). Aggiungendo Vermouth (che, tecnicamente, esula da ogni tipologia di ingrediente della ricetta), otterremo un Manhattan classico.

 

  • Twist Orizzontale: partendo da una struttura di ricetta classica, si sostituisce uno o più ingredienti con altri della stessa tipologia. Es: distillato per distillato; dolcificante per dolcificante; acidificante per acidificante; allungante per allungante (acqua e affini…). Es: Whiskey Sling (whiskey, acqua, zucchero). Sostituendo Genever al Whiskey, miele allo zucchero, tè all’acqua, otterremo un drink completamente differente pur mantenendo inalterata la struttura degli ingredienti.

 

  • Twist Diagonale: si ha quando si sostituisce un ingrediente della ricetta base con un altro di tipologia differente, ma che persegue lo stesso scopo dell’ingrediente originale (dolcificante alcolico in luogo di dolcificante analcolico, soluzioni e preparazioni acide in luogo di succo di agrumi, ecc.). Es.: quando in un whiskey sour sostituiamo lo sciroppo di zucchero con un liquore dolce (il liquore, seppur contenente zucchero, non rientra nella tipologia dello zucchero o dolcificanti semplici ma contribuisce in ogni caso a dolcificare, aggiungendo alcol e aromi).